Categorized | RICETTE, EVENTI

Abbiamo bisogno di gente che sa fare il pane. Di grano duro.

pane grano duro

Pare che anche sul grano, come per tante altre cose, l’Italia si divida in due: grano tenero al nord e grano duro al sud. Anche se la separazione non è così netta, è sicuro che per pasta e pane al sud il grano duro è molto più utilizzato.

La croccantezza, il colore dorato, il profumo del pane di grano duro sono ineguagliabili.  Questa ricetta prevede l’utilizzo del lievito di birra, un lievito naturale di facilissima gestione, usato in quantità minime.

Ingredienti:

1000 g di semola di grano duro rimacinata (io consiglio “Selezione Casillo per pane e pizza”)

750 g di acqua

6 g di lievito di birra

10 g di miele

24 g di sale

Procedimento:

Disporre la semola a fontana sul piano di lavoro, oppure in una impastatrice. Aggiungete un po’ di più della metà dell’acqua, impastate e lasciate riposare per circa un’ora. Successivamente aggiungere il miele, il lievito e il resto dell’acqua. Solo alla fine, quando l’acqua sarà assorbita, incorporare anche il sale. Disporre l’impasto in una ciotola unta con poco olio e lasciar riposare  fino al raddoppio. A seconda delle temperature ci vorranno dalle 10 alle 24 ore. Se fa caldo o la casa è riscaldata conviene portare a maturazione l’impasto in frigo, riportandolo a temperatura ambiente prima dell’utilizzo. Dividere l’impasto nelle pezzature desiderate, maneggiando con cura per non perdere l’effetto della lievitazione. Eventualmente lasciar riprendere la lievitazione prima di infornare in forno caldo a 200° gradi. Se non avete un forno adatto alla panificazione, ossia con la funzione vapore, prima di infornare le pagnotte, spruzzare acqua sulle pareti del forno.

Lasciar cuocere fino alla completa doratura.

 

 

Be Sociable, Share!

Comments are closed.

Menu